Valerio Giannattasio
Il fascismo alla ricerca del "Nuovo Mondo"
L'America Latina nella pubblicistica italiana, 1922-1943

il libro
L'ascesa del regime di Mussolini segna l'inizio di un periodo di grande e inatteso interesse della pubblicistica italiana per l'America Latina. Sebbene le linee di tendenza appaiano per molti aspetti in continuità con quanto pubblicato durante l'Ottocento e i primi del Novecento, nel corso del ventennio si produce, (...)
 
Henri Lefebvre
Spazio e politica
Il diritto alla città II

il libro
In Spazio e politica, costruito come secondo volume di Il diritto alla città, Lefebvre analizza criticamente un modo di operare corrente e disastroso, che usa far corrispondere punto per punto i bisogni, le funzioni, i luoghi, gli oggetti sociali in uno spazio ritenuto neutro, indifferente e oggettivo. In questo tipo di (...)
 
Alfio Neri
La forza dell'illusione
Industria culturale, finanza e grande politica

il libro
Nell'epoca del virtuale, l'industria culturale è il centro della produzione. Le immagini più belle, più felici, più rassicuranti, sono spesso il risultato di un processo di creazione e di elaborazione che va oltre la vecchia propaganda. Per tradizione culturale siamo abituati a mezzi di comunicazione manipolatori che ci (...)
 
Roberto Barbanti
Chimere dell'arte
Guerra estetica, ultramedialità e arte genetica

il libro
Il modo di produzione materiale e simbolico attuale opera sul vivente tramite processi di controllo e dinamiche incontrollabili. Al controllo delle vite, degli affetti e dei percetti dovuto alle tecnologie di captazione-localizzazione, riproduzione e produzione d'immagini di ogni natura e sorta, corrisponde il (...)
 
C.L.R. James
Non si scherza con la rivoluzione
Marx e Lenin nei Caraibi

Introduzione e cura di Gigi Roggero

il libro
Tra la fine del 1966 e il 1967 Cyril Lionel Robert James tenne a Montreal delle lezioni ristrette a un gruppo di militanti del Caribbean Conference Committee: non si tratta di una semplice trasmissione di conoscenze, ma di un'opera di vera e propria pedagogia militante. Qui è (...)
 
Frantz Fanon
La rivoluzione algerina e la liberazione dell'Africa
Scritti politici (1957-1960)

Introduzione e cura di Jean Khlfa
Edizione italiana a cura di Gabriele Proglio

il libro
Il nucleo degli scritti qui raccolti è costituito dagli articoli che Fanon scrisse in forma anonima per l'edizione francese di "El Moudjahid", giornale del Fronte di liberazione nazionalie algerino al quale collaborò dal 1957 al (...)
 
a cura di Isabella Scchiappadori
Essere passati
Tracce di vita dei ricoverati nel manicomio di Mantova nell'Ottocento

Introduzione e cura di Isabella Schiappadori
Postfazione di Annarosa Buttarelli

il libro
I contributi raccolti in questo volume si confrontano, da diverse prospettive - attraverso il lavoro storiografico, l'osservazione clinica, sociologica e filosofica -, con le tracce di vita lasciate consapevolmente o (...)
 
Enzo Traverso
I nuovi volti del fascismo
Conversazione con Régis Meyran

il libro
Fascismo: cosa vuol dire questa parola all'inizio del xxi secolo? La nostra memoria storica corre al passato, agli anni fra le due guerre mondiali, e vede un paesaggio fosco fatto di violenza, dittature, razzismo, genocidi. Questo ricordo riaffiora spontaneamente di fronte all'ascesa delle destre radicali, al proliferare (...)
 
L.V. Distaso R. Taradel
Il veleno del commediante
Arte, utopia e antisemitismo in Richard Wagner

il libro
Richard Wagner: la bibliografia sul compositore è sterminata, ma solo di recente si è aperto un dibattito sul rapporto tra i suoi scritti teorici e la sua arte, e sulla loro relazione con la cultura tedesca ed europea dell'Ottocento e del Novecento. Gli scritti di Wagner, avendo uno stretto e indissolubile legame con la (...)
 
Carmen Pisanello
In nome del decoro
Dispositivi estetici e politiche securitarie

il libro
L'insieme di pratiche, retoriche e discorsi che chiamiamo "decoro" hanno il fine ultimo di distruggere gli spazi pubblici in nome della (illusoria) difesa di quelli privati. I fautori della fantomatica "lotta al degrado" trasformano le nostre città nei condomini descritti da James G. Ballard e messi in scena da David (...)
 
Tatiana Petrovich Njeghos
Il buon americano
Scrittura e identità nazionale in Henry James

il libro
Scrittore e teorico del romanzo otto-novecentesco di riconosciuta importanza, Henry James nasce a New York nel 1843, si trasferisce in Inghilterra nel 1876 e nel 1915, un anno prima della morte, chiede la cittadinanza britannica. L'espatrio, l'adesione apparentemente entusiasta al Vecchio Mondo e la rinuncia alla (...)
 
Stefano Taccone
La radicalità dell'avanguardia

il libro
Qual è stata l'essenza e la vocazione autentica delle avanguardie? In che rapporto si collocano con le neoavanguardie? Che ne è del lascito dell'avanguardia in era postmoderna? Come si è pensata storicamente l'arte di fronte alla questione di una trasformazione rivoluzionaria della società? Come ha inteso rispondere alle (...)
 
L. Queirolo Palmas, Luisa Stagi
Dopo la rivoluzione
Paesaggi giovanili e sguardi di genere nella Tunisia contemporanea

il libro
Un viaggio etnografico attraverso la Tunisia in cui si dà voce ai segmenti di quella gioventù definita sublime e ammirabile nel 2011 e oggi stigmatizzata dall'ordine costituito come una nuova classe pericolosa di cui diffidare. Il racconto di un potere restaurato, di un corpo sociale in cui crescono disagio, (...)
 
Vercellone, Giuliani Brancaccio, Vattimo
Il Comune come modo di produzione
Per una critica dell'economia politica dei beni comuni

il libro
Che cosa è il Comune? Quali sono i suoi fondamenti? Si tratta di un insieme di risorse ben delimitate - i cosiddetti beni comuni - o, invece, di un principio generale d'organizzazione sociale della produzione? La necessità di ripartire da tali interrogativi nasce dalla ricchezza, ma anche da una certa confusione, che (...)
 
a cura di E. Bordin e S. Bosco
A fior di pelle
Bianchezza, nerezza, visualità

il libro
Non è facile definire che cosa sia la "razza", anche se la maggior parte di noi concorda nel ritenere che consista in qualcosa che possiamo vedere, cioè un aspetto dell'identità scritto nel corpo e in particolare sulla pelle. Tra i tratti fisici che la segnano (e l'assegnano), è infatti il colore della pelle a (...)
 
Eduardo Viveiros de Castro
Metafisiche cannibali
Elementi di antropologia post-strutturale

Prefazione di Mario Galzigna - Postfazione di Roberto Beneduce

il libro
La prospettiva tracciata da Viveiros de Castro, i cui contributi sono da anni al centro del rinnovamento concettuale dell'antropologia, si fonda su un'opzione antinarcisistica, capace di infrangere la sovranità del soggetto analizzante (antropologo) (...)
 



Tutti i diritti riservati. Copyright © 2005 ombre corte edizioni
Via Alessandro Poerio, 9 - 37124 Verona - Tel. e Fax 045 8301735