RASSEGNA STAMPA
Jun Fujita Hirose
Il cine-capitale
Il Cinema di Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini
 
pp. 129
€ 13,00
isbn 9788869481420

Prefazione di Ubaldo Fadini

il libro
"Il denaro č il rovescio di tutte le immagini che il cinema mostra e monta al dritto", scrive Gilles Deleuze nel secondo tomo del suo dittico sul cinema. Da sempre il capitale sta dietro e accompagna l'avventura cinematografica. Č quindi una lettura marxista di L'immagine-movimento e di L'immagine-tempo che si propone in Il cine-capitale.
In che modo il cinema fa lavorare le immagini, traendone un plusvalore? Come e in quale fase della sua accumulazione il cine-capitale integra nel suo processo di valorizzazione il lavoro degli spettatori? ?jzenštejn e Hitchcock non hanno forse anticipato l'arrivo della new economy degli anni Novanta, dematerializzando le immagini da un lato e finanziarizzandole dall'altro? Quando e come le immagini hanno cominciato a ribellarsi contro lo sfruttamento cine-capitalistico? Come organizzano il processo della propria autovalorizzazione? Perché il cinema politico, dopo Straub e Huillet, ha smesso di preferire le riprese in riva al mare? Cosa permette a Deleuze di dire che Ozu, molto criticato dai comunisti giapponesi del tempo per il suo amor fati, č un regista di sinistra? Il nostro mondo sarā un giorno godardiano? La moneta-immagine si socializzerā un giorno, abolendo insieme la moneta-denaro e la moneta-parola?
Questi sono alcuni dei temi discussi in questo libro, il cui intento č di fondare una teoria critica del modo di produzione cine-capitalistico, che vorrebbe rivolgersi non solo a chi vuole andare oltre le interpretazioni normative della filosofia deleuziana o impegnarsi in un progetto collettivo di riattivazione della teoria generale del cinema, ma anche a chi gira o vuole girare dei film. E questo perché la questione fondamentale non č altro che quella della scelta di campo: o si diventa un agente del cine-capitale o ci si allea con le immagini che insorgono contro di esso.

l'autore
Jun Fujita Hirose, filosofo e critico cinematografico, č professore di ruolo all'Universitā Ryukoku (Kyoto). Le sue ricerche vertono principalmente sul cinema, sul pensiero politico, sullo sviluppo della societā capitalistica e sui movimenti sociali contemporanei. Scrive e pubblica in giapponese, francese, spagnolo, inglese e italiano. Il cine-capitale č il suo primo libro pubblicato in italiano.






Tutti i diritti riservati. Copyright © 2005 ombre corte edizioni
Via Alessandro Poerio, 9 - 37124 Verona - Tel. e Fax 045 8301735