RASSEGNA STAMPA
a cura di A. Marroni e U. di Toro
Muse ribelli
ComplicitÓ e conflitto nel sentire al femminile
 
pp. 139
Ç 14,00
isbn 978-88-97522-09-6

il libro
Nella cultura contemporanea la nozione di "musa" ha abbandonato il suo profilo enigmatico, per assumere quello monotematico di ispiratrice "senz'anima". ╚ identificata con una figura femminile cui Ŕ demandato il compito/ruolo di alleviare le fatiche intellettuali del maschio protagonista, sia esso poeta, scrittore, artista o pensatore.
Le "muse ribelli" sono quelle personalitÓ che, condividendo un'esperienza di vita accanto al poeta, allo scrittore e all'artista, non mitigano, ma accendono le passioni entrando in competizione con il compagno sul piano dell'emotivitÓ estetica e del sapere. Figure soglia, personaggi concetto nei quali si manifesta un sentire eccessivo che non si esplica in "morte" opere, ma in atti di vita o di morte: epifanie di donne autonome.
Le "muse ribelli", la cui storia non soltanto affettiva Ŕ narrata nel libro, sono Denise Klossowski, Asja Lacis, Lou-Andreas SalomÚ, Wanda von Sacher-Masoch, Ulrike von Lewetzov, Laure (Colette Peignot), Nadia Baraden, Irma Seidler, Mary Wollstonecraft Shelley, le antiche etere. Il volume si chiude con una intervista alla scrittrice svizzera Rose-Marie Pagnard.

Scritti di Mario Perniola, Simona Mitroiu, Sergio Benvenuto, Franco Lolli, Nicolae RÔmbu, Aldo Marroni, Enzo Neppi, Ugo di Toro, Patrick Amstutz.

i curatori
Aldo Marroni Ŕ professore di sociologia dell'arte e di estetica presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'UniversitÓ degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara. Ha da ultimo pubblicato L'enigma dell'impuro (Carocci, 2007) e L'arte dei simulacri (Costa & Nolan, 2009).

Ugo di Toro Ŕ dottore di ricerca e borsista presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'UniversitÓ degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara. Ha da ultimo pubblicato il volume L'enigma Parmenide (Aracne, 2010).






Tutti i diritti riservati. Copyright © 2005 ombre corte edizioni
Via Alessandro Poerio, 9 - 37124 Verona - Tel. e Fax 045 8301735