RASSEGNA STAMPA
Luigi Francesco Clemente
Un idealismo senza ragione
La fenomenologia e le origini del pensiero di Emmanuel LÚvinas
 
pp. 235
Ç 19,00
isbn 978-88-95366-19-7

il libro
Come Ŕ noto, la produzione teoretica di Emmanuel LÚvinas Ŕ stata in costante dialogo con la fenomenologia. Il presente volume tenta una lettura analitica dei primi lavori levinassiani, antecedenti TotalitÓ e Infinito, tematicamente rivolti allo studio del pensiero di Husserl e di Heidegger, cercando di ricostruirne l'evoluzione e le tensioni interne. Infatti, se da una parte, la fenomenologia rappresenta, secondo LÚvinas, un nuovo modo di concepire l'essere, il soggetto e l'idea stessa di filosofia, dall'altra, attraverso la radicalizzazione compiutane da Heidegger, essa finirÓ per rovesciarsi in un pensiero dell'immanenza e della finitudine incapace di assolvere al suo progetto originario e di rispondere alla sfida totalitaria che va sotto il nome di hitlerismo. Senza far retroagire noti concetti levinassiani come quelli di Volto o di Infinito, il libro di Clemente cerca dunque di fare un passo indietro rispetto alla riflessione matura di LÚvinas e di ricostruire l'orizzonte di senso a partire da cui questa pu˛ essere compresa.

l'autore
Luigi Francesco Clemente Ŕ dottorando in Filosofia e Scienze Umane presso l'UniversitÓ degli Studi di Perugia. Su LÚvinas ha pubblicato "La libertÓ (europea) e la sua ombra. Note sulla lettura levinassiana dell'hitlerismo", in Aa.Vv., Cultura nazista? La tentazione degli intellettuali del Novecento (Mimesis, 2007).






Tutti i diritti riservati. Copyright © 2005 ombre corte edizioni
Via Alessandro Poerio, 9 - 37124 Verona - Tel. e Fax 045 8301735